Oggi | 27 dicembre 2021 20:00

Covid, i professionisti dimagriscono del 6,8%

Il numero di liberi professionisti in attività in Toscana è sceso del 6,8% nel 2020, anno delle restrizioni più dure legate alla pandemia: dai 110.157 del 2019 si è passati a 102.619, per il 30% con più di 55 anni.

Lo rileva il Rapporto 2021 sull'occupazione elaborato da Confprofessioni, l'organizzazione di rappresentanza dei liberi professionisti in Italia, alla quale aderiscono 21 associazioni di categoria espressione di Ordini professionali e del lavoro autonomo.

Il tasso di occupazione nel decennio 2009-2019 è cresciuto in Toscana del 2,2%, mentre dal 2019 al 2020 si è registrato un calo dello 0,8%. Oggi l'Italia presenta una quota di occupati pari al 58,1%, mentre la Toscana arriva al 66,1%.

Sul fronte dei liberi professionisti la crescita è concentrata nel periodo 2009-2019 (+12,1%), anche se non ha coinvolto i giovani sotto i 34 anni, scesi dell'8,7% nel decennio e arrivati oggi a quota 17.842. «I dati dimostrano come la pandemia si sia tradotta in Toscana in una contrazione significativa del numero dei liberi professionisti - afferma il presidente di Confprofessioni Toscana, Ivo Liserani - con riverberi particolarmente negativi per quanto riguarda i giovani, che rappresentano la frazione più fragile, così come l'occupazione al femminile. Difficoltà peraltro non iniziate con il Covid, ma che il Covid ha accentuato in maniera forte».