Oggi | 12 novembre 2021 17:57

Regione: primo passo per Toscana Strade gestore FiPiLi

Muove il primo passo Toscana Strade spa, la società annunciata nel gennaio scorso dal presidente della Regione, Eugenio Giani, per gestire la superstrada Firenze-Pisa-Livorno - esempio di scarsa manutenzione e di cantieri infiniti - realizzando una terza corsia (dove possibile) e introducendo il pedaggio per i Tir. Gli obiettivi dell'operazione sono velocizzare gli interventi sulla strada regionale (oggi gestita dalla Città metropolitana di Firenze e dalle Province di Pisa e di Livorno) e reinvestire i ricavi in sicurezza.

Una delibera della Giunta regionale dell'8 novembre dà ora avvio all'analisi di fattibilità giuridica e economico-finanziaria del progetto, attribuita alle Direzioni Mobilità e Avvocatura regionale. E' previsto anche l'affidamento di una consulenza da 160mila euro.

I nodi da sciogliere sono molti, a partire dalla forma di affidamento (inhouse?) fino alle modalità organizzative per esercitare le funzioni (chi paga persone e mezzi?) e alla sostenibilità economico-finanziaria del progetto.

«La scelta del ricorso al modello dell'inhouse providing rappresenta il prototipo organizzativo più rispondente ai requisiti di partecipazione pubblica e controllo pubblico, e dovrà tener conto della comparazione dei costi e dei diversi aspetti qualitativi», afferma la delibera che non parla espressamente di introduzione del pedaggio ma di «riutilizzo di introiti che a vario titolo possono essere recuperati nella mobilità».