Oggi | 21 ottobre 2021 13:20

Superbonus 110%, Toscana sopra il mezzo miliardo

In Toscana gli interventi ammessi al Superbonus 110% in edilizia sono 3.761 al 30 settembre 2021, con un ulteriore rilancio rispetto ai mesi estivi, che in città come Firenze avevano visto un boom di richieste di permessi. Il totale degli investimenti ammessi a detrazione, secondo il report di Enea, supera il mezzo miliardo di euro (512,6 mln), con un investimento medio di 474.786 euro per i condomini, 110.716 euro per gli edifici unifamiliari, e 87.632 euro per le unità immobiliari funzionalmente indipendenti. I lavori realizzati incidono per il 69,3% sul totale, con un totale di investimenti per lavori conclusi ammessi a detrazione pari a 355,2 milioni: la Toscana è sesta in Italia.

«Siamo arrivati a 400, 410 Scia e permessi per costruire, legati agli incentivi, nel mese di luglio che di solito era il mese più scarico», ha rivelato Cecilia Del Re, assessora all'urbanistica del Comune di Firenze, ricordando inoltre come recentemente siano cambiate anche alcune regole del regolamento edilizio del Comune di Firenze «per permettere maggiormente il ricorso a cappotti termici e impianti fotovoltaici. Abbiamo fatto cadere tutti quei vincoli nella zona B proprio perché c'è questa finestra, ci sono questi incentivi, e abbiamo voluto dare alla cittadinanza e alle imprese la possibilità di usufruirne al meglio».

Del Re ha aperto, ieri, un convegno sul tema promosso a Firenze da Tera Progetti, general contractor in ambito civile e industriale: un'occasione, per gli operatori di settore, per tornare a chiedere la proroga del Superbonus 110%, che sarà concessa - secondo quanto emerge dal dibattito sulla manovra finanziaria - anche per il 2023, ma soltanto per i condomini. «Le Regioni italiane, io per primo nella conferenza Stato Regioni, abbiamo chiesto che questo provvedimento continuasse ancora, perché indubbiamente è un volano diffuso, minuto ma molto efficace, per una ripresa», ha commentato Eugenio Giani, presidente della Regione Toscana.