Oggi | 21 ottobre 2021 19:11

Certificati di malattia, +17,3% col Green pass

Nei primi giorni di obbligo di Green pass per milioni di lavoratori, anche in Toscana è cresciuto il numero di certificazioni di malattia presentate dai lavoratori, in linea con l'andamento medio nazionale. Fra venerdì 15, lunedì 18 e martedì 19 ottobre l'incremento medio è stato del 17,3%, secondo i dati Inps.

L'incremento percentuale è stato più forte venerdì 15 ottobre (+21,2%, con 5.717 certificazioni), mentre i dati di lunedì 18 ottobre (+16,4%, con 11.739 certificazioni) e martedì 19 ottobre (+11,1%, con 6.481 certificazioni) evidenziano un rallentamento del trend. Secondo l'Inps, il maggior numero di certificazioni si è registrato nel settore privato (17.083 il 15, 18 e 19 ottobre), ma l'incremento percentuale più marcato si è avuto nel settore pubblico (+25,4% nei tre giorni, con un picco del +33,9% venerdì 15 ottobre).

Secondo il Codacons sono numeri «che potrebbero realizzare veri e propri reati, come quello di falso ideologico e truffa aggravata», e per questo annuncia un esposto alle procure della Repubblica di Arezzo, Firenze, Grosseto, Livorno, Lucca, Massa-Carrara, Pisa, Pistoia, Prato e Siena. Per l'associazione dei consumatori, infatti, potrebbe trattarsi di «malattie con ogni probabilità inesistenti, che producono un danno per le casse dell'Inps e potrebbero realizzare reati sia da parte dei lavoratori, sia dei medici che hanno firmato certificati falsi».