Oggi | 7 ottobre 2021 21:20

Rigenerazione urbana, in Toscana 162 milioni del Pnrr

Il Pnrr porta in Toscana 162,2 milioni di euro per finanziare 11 progetti di rigenerazione urbana e di edilizia residenziale: gli stanziamenti sono stati ufficializzati dal decreto firmato oggi dal ministro delle Infrastrutture e la mobilità sostenibili, Enrico Giovannini, con cui nell'ambito del programma PinQua vengono approvati a livello nazionale 159 progetti per 2,82 miliardi di euro. «Le risorse del Piano - ha spiegato Giovannini - consentono di rigenerare, attraverso progetti di qualità, il tessuto urbano in un'ottica di sostenibilità non solo economica e sociale, ma anche ambientale, evitando ulteriore consumo di suolo».

Gli interventi ammessi al finanziamento dovranno essere realizzati e resi fruibili entro il 31 marzo 2026, in coerenza con i tempi di realizzazione delle opere del Pnrr, anticipando la scadenza rispetto a quella stabilita originariamente. Per questo gli enti beneficiari dovranno trasmettere al Ministero, entro 30 giorni dalla data di pubblicazione del decreto, il cronoprogramma dei singoli progetti rimodulato sulla nuova scadenza per confermare la volontà di aderire al programma. In caso contrario, si provvederà allo scorrimento della graduatoria. Lo stesso decreto prevede che le altre proposte presentate, ritenute ammissibili dall'Alta Commissione ma per le quali la dotazione finanziaria non è sufficiente, potranno essere ammesse a finanziamento se verranno reperite ulteriori risorse.

I tre progetti per Firenze riguardano la riqualificazione del patrimonio Erp/Ers e di contenitori dismessi in prossimità al sistema della mobilità multimodale, col recupero di 167 alloggi e oltre 60 nuove case per le categorie più fragili, insieme a oltre 200 alloggi riqualificati fra Calenzano e Sesto Fiorentino, dove saranno creati anche spazi per la comunità. Tre progetti anche per Pisa, con interventi finalizzati alla rigenerazione di immobili Erp, un percorso ciclopedonale nell'area Rindi-Piave, e la rifunzionalizzazione degli immobili del Comune di Cascina.

Fra gli altri progetti, a Livorno si punta a insediare nell'ex caserma Lamarmora, oltre ad abitazioni ad uso temporaneo, attività sociali, di coworking, di svago e tempo libero, insieme a un ampliamento del Parco Sandro Pertini e del Parcheggio del Corona, e alla realizzazione, in partenariato pubblico-privato, di un complesso di social housing; a Massa un cohousing integrato con il Museo del Mare; a Grosseto la rifunzionalizzazione del Bastione Fortezza e la realizzazione a sud della città di 10 lotti residenziali e servizi; nella valle del Serchio, in provincia di Lucca, la riqualificazione e riorganizzazione del patrimonio destinato all'edilizia residenziale sociale, migliorando anche la dotazione di servizi.