Oggi | 30 settembre 2021 12:37

Powersoft torna a crescere, ottimismo per fine 2021

Malgrado le difficoltà del contesto attuale per l'approvvigionamento di componentistica elettronica, Powersoft prosegue nel suo percorso di ritorno alla crescita: la semestrale dell'azienda di Scandicci specializzata nei sistemi audio professionali rileva che i ricavi sono stati di 16,1 milioni di euro, +8,6% rispetto ai 14,9 milioni del primo semestre 2020, mentre l'Ebitda è stato di 2,1 milioni (+45,4%), con un Ebitda margin in crescita (13,4%), e un utile netto di periodo a quota 0,9 milioni, rispetto agli 0,8 milioni del primo semestre 2020. La Posizione finanziaria netta al 30 giugno 2021 risulta positiva per 11,4 milioni, contro i 9,7 milioni al 31 dicembre 2020.

Numeri positivi che sono stati propiziati «da una generalizzata ripresa dei mercati di riferimento e dai primi risultati conseguiti nell'ambito dell'evoluzione del nostro riposizionamento strategico da product company a solution provider», ha commentato l'amministratore delegato Luca Lastrucci. «La crescita sta continuando anche nei primi mesi del secondo semestre - ha proseguito - con un positivo andamento dell'ordinato proveniente dalle principali aree geografiche in cui il gruppo opera, che ci rende ottimisti sui risultati della seconda parte dell'anno, nonostante un contesto di sfide crescenti derivanti dallo shortage di componentistica elettronica cui cerchiamo di fare fronte con una sempre maggiore flessibilità operativa ed una più efficace gestione del magazzino».