Oggi | 3 settembre 2021 18:01

Rifiuti agricoli, il gruppo Vergero fa tris in Toscana

Terzo insediamento in Toscana per il gruppo piemontese Vergero, che nel prossimo mese di ottobre aprirà a Chiusi (Siena) un grande impianto per il conferimento e il recupero dei rifiuti agricoli: il sito, localizzato in un'area industriale in via di riqualificazione, si estende su 16.000 mq complessivi, e l'investimento per la realizzazione del nuovo impianto sarà di 4 milioni di euro, destinati in pari misura da un lato a recupero architettonico e adeguamento degli impianti, e dall'altro all'acquisto delle attrezzature necessarie allo svolgimento delle operazioni.

Vergero, già attiva in Toscana a Chiusi e Ponsacco (Pisa), con oltre 6mila clienti in regione, offre alle aziende agricole un servizio capillare di raccolta e gestione dei rifiuti pericolosi e non pericolosi derivanti dalle attività agricole e di allevamento, e annuncia nuovi investimenti mirati a «rendere il servizio di gestione ambientale sempre più efficiente e a migliorare la sostenibilità delle attività produttive aumentando le possibilità di valorizzazione degli scarti a beneficio dell'economia circolare».

Marco Vergero, presidente del gruppo omonimo, spiega che «dopo 2 anni di ricerca di un luogo adatto allo sviluppo delle nostre attività di recupero dei rifiuti agricoli abbiamo finalmente trovato nel sito di Chiusi la struttura adatta alle nostre necessità. La localizzazione di un secondo stabilimento all'interno del comune di Chiusi è stata da noi fortemente voluta: dopo anni di collaborazione proficua con le istituzioni e la comunità locale, siamo felici di contribuire alla riqualificazione di un'area industriale in declino, favorendo, inoltre, l'occupazione locale con 10 nuovi posti di lavoro».