Oggi | 16 luglio 2021 17:48

Confindustria lancia Connext per stimolare alleanze

Confindustria chiama a raccolta le imprese per invitarle a partecipare a Connext 2021, la manifestazione prevista a Milano (al MiCo il 2 e 3 dicembre prossimi) che sarà un'occasione di confronto e di scambio tra gli attori del mondo economico, per stimolare collaborazioni, alleanze e affari. Si tratta della seconda edizione della manifestazione, dopo che la prima, svoltasi nel 2019, aveva registrato settemila presenze, 2.500 incontri b2b e 500 espositori di cui 80 esteri. Quest'anno, grazie alla collaborazione con Ice, sono attesi anche operatori internazionali.

Da Firenze è partito oggi, 16 luglio, il roadshow di Confindustria che toccherà diverse città italiane per promuovere quello che il presidente degli industriali fiorentini, Maurizio Bigazzi, ha definito l'«evento della ripartenza, perché Connext può essere la sintesi di tutto quello che la crisi ci ha insegnato: la necessità di fare rete, di innovare il nostro modo di produrre e di stare sul mercato, di fare partenariati e sinergie che rafforzino le nostre filiere e le nostre catene del valore».

L'idea è stimolare le occasioni di business. «Connext vuol essere un grande momento per progettare e costruire alleanze – ha spiegato Francesca Mariotti, direttore generale di Confindustria – un network che è la chiave di ripartenza del Paese. Confindustria attiva la sua grande rete per dare slancio all'economia». Uno slancio che è in atto. «La crescita del Pil potrebbe superare il 5% nel 2021 – ha detto il direttore - nonostante le incertezze sul piano sanitario, e l'export sta riprendendo ai livelli pre-pandemia: abbiamo già superato la Germania». La spinta è attesa anche dalle risorse del Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) definito «una grande occasione per seminare il germe della trasformazione del Paese».

Il format di Connext 2021 sarà fisico ma anche digitale grazie a una piattaforma che permetterà l'incontro tra aziende. «La ripartenza economica sta creando spazi di opportunità straordinarie per le imprese fiorentine e italiane – ha spiegato Alessandro Sordi, vicepresidente di Confindustria Firenze - Un'occasione che non deve essere sprecata e che contribuisce a rafforzare il posizionamento dell'Italia nel mondo e la valorizzazione delle nostre eccellenti competenze. Le aziende devono essere però capaci di investire in trasformazione digitale e in tecnologia; devono scommettere e credere nelle capacità dei giovani e nelle startup. Connext è una grande occasione di confronto e network, anche per che le imprese fiorentine».

"Abbiamo progettato un percorso inedito e innovativo – ha sottolineato Alberto Marenghi, vicepresidente per l'Organizzazione, lo sviluppo e il marketing di Confindustria – in cui la dimensione fisica sarà affiancata da quella virtuale che consentirà interazioni 4.0 grazie a piattaforme performanti. Due mondi si incontrano per integrare le opportunità sfruttando il volano dell'Expo 3D: le visite al padiglione e le interazioni digital, possibili in tempo reale, moltiplicheranno le opportunità per le imprese".I quattro driver dell'evento saranno la Fabbrica intelligente, la Rigenerazione urbana, la Sostenibilità e le Scienze della Vita. "Nella crisi Covid è emerso con forza il rischio di gestire rapporti di business con paesi lontani – ha spiegato Maurizio Marchesini, vicepresidente di Confindustria per le Filiere e le medie imprese – e ora la prospettiva è di accorciare le filiere, avvicinando una parte delle forniture. Per fare questo servono relazioni strette, cioè esattamente quello che vuol fare Connext, un evento che serve alla crescita culturale delle nostre filiere".