Oggi | 13 luglio 2021 20:31

Gkn, sciopero generale a Firenze lunedì 19

Non più un incontro in videoconferenza, ma "in presenza" alla Prefettura di Firenze: il 'tavolo' ministeriale convocato dalla viceministra Alessandra Todde per cercare di scongiurare i 422 licenziamenti annunciati dalla Gkn Driveline Firenze di Campi Bisenzio, produttrice di semiconduttori e giunti per motori termici, è confermato per giovedì 15 luglio ma con la nuova modalità, che era stata richiesta dall'assemblea dei lavoratori.

Intanto l'azienda ha fatto sapere con un comunicato che parteciperà alla riunione di giovedì e che dal giorno successivo, il 16 luglio, è disponibile ad avviare la discussione con i sindacati nazionali, territoriali e aziendali sulla cessazione dell'attività dello stabilimento.

Gkn ha precisato anche di aver rispettato la procedura prevista dalla legge, informando attraverso mail e raccomandata dell'apertura formale della procedura di licenziamento collettivo, e non provvedendo - come molti hanno detto - a licenziare nessuno via mail. Il comunicato contiene anche una sorta di "apertura": «Abbiamo dato la disponibilità alle organizzazioni sindacali per avviare il dialogo volto a identificare eventuali soluzioni che possano minimizzare il più possibile l'impatto sociale della decisione assunta».

Fino alla fine del periodo di consultazione, sottolinea Gkn, «tutti i rapporti del personale con la società resteranno in forza». Intanto i sindacati hanno proclamato per lunedì 19 luglio lo sciopero generale dell'area metropolitana fiorentina, con manifestazione la mattina in piazza Santa Croce e astensione dal lavoro nelle prime quattro ore della giornata a sostegno della vertenza Gkn.