Oggi | 6 luglio 2021 18:05

Rifiuti, entro il 2022 potenziato il polo Aisa Impianti

Anche grazie al finanziamento di 10 milioni di euro da parte di Intesa Sanpaolo, approvato dall'istituto, sarà possibile realizzare entro il 2022 il digestore anaerobico e, già entro settembre 2021, l'ampliamento della linea di compostaggio del polo tecnologico di Zero Spreco ad Arezzo di Aisa Impianti. «In meno di tre mesi - afferma l'azienda - la provincia di Arezzo sarà completamente autosufficiente nel recuperare tutta la frazione organica raccolta in forma differenziata, ed entro 18 mesi si produrranno circa 2 milioni di metri cubi di biometano, pari a 100mila pieni per un'utilitaria».

Il prossimo passo del piano di potenziamento, autorizzato dalla Regione Toscana lo scorso agosto, sarà la liquefazione del biometano per la trazione pesante, permettendo così il rifornimento diretto agli autoveicoli che ne fanno uso con un prodotto ottenuto e lavorato dall'impianto. «L'economia circolare non si può fare senza impianti», ha dichiarato il presidente di Aisa Impianti Giacomo Cherici, secondo cui il finanziamento di Intesa Sanpaolo «dimostra nei fatti la bontà del progetto e dello sviluppo di questa centrale che è per il nostro territorio presidio di sicurezza e indipendenza nel recupero dei rifiuti. Ringrazio tutti i miei colleghi per aver dato vita ad un piano di grande valore».