Oggi | 27 maggio 2021 18:55

Mercafir: Mastrolia lancia progetto da 50 milioni

Angelo Mastrolia, azionista di minoranza (col 25%) della Mercafir di Firenze attraverso Centrale del latte d'Italia (che ha in pancia il marchio Mukki), lancia un progetto strategico: riqualificare l'area del centro alimentare polivalente per farne il più grande centro logistico italiano dedicato al food, e anche una fiera in cui presentare ai buyer prodotti a "rotazione", dalla pasta al latte e derivati, dal vino all'olio e ai dolci.

«Ho chiesto la convocazione di un'assemblea ordinaria e straordinaria - spiega Mastrolia, reduce dall'assemblea Mercafir che ha approvato il bilancio 2020 chiuso con 360mila euro di utile - per discutere sia di questo progetto che della proposta di aumento di capitale fino a 50 milioni di euro da offrire in opzione ai soci e da aprire a investitori esterni. Noi siamo disposti a mettere 30 milioni di euro ma sono certo che, a fronte di una prospettiva di rilancio in grande stile, anche investitori come Cdp si farebbero avanti. E grazie alle risorse del Recovery Plan si potrebbe arrivare ad avere 100 milioni di euro, cambiando la faccia del centro alimentare».

La sollecitazione di Mastrolia è rivolta innanzitutto al Comune di Firenze, azionista di maggioranza di Mercafir, che «in questi mesi non ha fatto nulla per un'area così importante della città, area che ha urgente bisogno di risanamento», afferma l'imprenditore che controlla il gruppo alimentare Newlat. «Così si perde un'occasione storica», afferma.

Tramontata la prospettiva di realizzare nell'area Mercafir il nuovo stadio di Firenze, il sindaco Dario Nardella aveva annunciato, nell'agosto scorso, la volontà di trasformarlo in un quartiere rivolto alle nuove tecnologie, ai giovani e alla ricerca (si veda qui ).