Oggi | 29 aprile 2021 19:32

Incentivi regionali per assumere disoccupati: parte Laika

Tornano gli incentivi regionali (cumulabili con quelli nazionali o di altre amministrazioni) all'assunzione di disoccupati che però - a differenza degli anni passati quando la misura era in vigore - questa volta devono originare da "grandi" crisi aziendali, cioè da imprese toscane che hanno avuto almeno 20 esuberi nel triennio 2019-2021 come ad esempio Bekaert, Roberto Cavalli, il cementificio di Buzzi Unicem.

I datori di lavoro privati che assumono (a partire dal 1/1/2021) tali disoccupati potranno partecipare a un bando regionale di prossima pubblicazione per ottenere da 4mila a 8mila euro (a seconda dei contratti part time o tempo pieno) per ciascun lavoratore. Nel caso di assunzione di donne è previsto un incentivo supplementare del 5%.

Le risorse a disposizione sono, per adesso, 1 milione di euro (in grado di finanziare dunque l'assunzione di massimo 125 disoccupati a tempo pieno), previste dal bilancio regionale in attesa della nuova programmazione dei fondi comunitari con cui si potranno sostenere nuovi bandi. In pole position per ottenere gli incentivi c'è l'azienda di camper Laika che nei mesi scorsi ha riassunto 60 lavoratori ex Bekaert, e alla quale la Regione aveva già promesso i contributi (che dovranno rispettare il tetto del regime 'de minimis').

La novità del provvedimento regionale è anche l'introduzione di voucher per coprire le spese di trasporto di quei disoccupati (rimasti senza lavoro anche in questo caso a fronte di grandi crisi aziendali, ma qui la "taglia" è di almeno 50 esuberi nel triennio 2019-2021) che sono riassunti a più di 30 chilometri di distanza dal precedente stabilimento. Se il percorso per raggiungere la "nuova" azienda non è servito dal treno o dal bus, sarà possibile partecipare al bando regionale per richiedere un voucher (per sei mesi, prorogabili fino a 12) da usare per pagare gli spostamenti fatti con un bus privato (il noleggio con conducente) da almeno 20 posti. Ad ogni lavoratore saranno assegnati voucher viaggio del valore complessivo di 2.250 euro, legati comunque alla firma di un accordo sindacale. La misura è finanziata con 180mila euro.

In questo modo la Regione Toscana intende dare risposta alle emergenze occupazionali, agevolando i processi di ricollocazione di lavoratori coinvolti in crisi aziendali di grandi dimensioni e di rilevante impatto occupazionale e sociale.