Oggi | 28 aprile 2021 09:10

Conti in rosso per Philogen (che investe e cambia passo)

Ricavi in calo da 12,61 milioni di euro a 4,77 milioni, margine operativo lordo in rosso per 10,63 milioni a fronte di un precedente attivo di 636mila euro, e risultato netto passato da un utile di 1,4 milioni a una perdita di 13,28 milioni: il progetto di bilancio 2020 approvato dal consiglio di amministrazione di Philogen, prima matricola toscana dell'anno in Borsa, è il primo in perdita dopo vent'anni, anche per via degli ingenti investimenti messi in campo dall'azienda biotech che ha sede a Sovicille (Siena) e a Otelfingen (Zurigo)

Su un piano più generale, il rosso 2020 riflette secondo l'azienda italo-svizzera il «cambio di strategia» già avviato nel 2019, che ha portato Philogen a concentrarsi principalmente «sullo sviluppo clinico dei prodotti più avanzati della propria pipeline», ossia i due prodotti antitumorali proprietari, il Nidlegy e il Fibromun. Lo sviluppo dei prodotti in questione, peraltro, «prosegue secondo i piani previsti»: nel 2020 sono stati trattati 164 dei 214 pazienti previsti per lo studio di Fase III di Nidlegy in Melanoma di Stadio IIIB,C in Europa, con la conclusione prevista entro la prima metà del 2022; inoltre, dopo i «promettenti risultati» osservati nello studio di Fase II in Svizzera, Philogen sta espandendo le attività con Nidlegy anche in tumori della pelle diversi dal melanoma in un numero crescente di paesi europei.