Oggi | 27 aprile 2021 12:09

Tapinassi direttore di Toscana Promozione turistica

Nel giorno (26 aprile) in cui il presidente della Regione, Eugenio Giani, ha firmato il decreto di nomina di Francesco Tapinassi, 59 anni, finora dirigente regionale a tempo determinato del settore turismo, a direttore di Toscana Promozione turistica (con un compenso di 120mila euro annui), il suo predecessore alla guida dell'agenzia regionale, Francesco Palumbo (in procinto di passare alla direzione della Fondazione Sistema Toscana al posto di Paolo Chiappini) rilancia - proprio insieme a Giani, Chiappini e all'assessore Leonardo Marras - la campagna di promozione turistica ideata nell'estate scorsa per contrastare la crisi del settore causata dal Covid.

E' il secondo atto di un progetto - che mantiene il claim "Toscana, Rinascimento senza fine" - finanziato con 6,5 milioni di risorse, in gran parte recuperate dalla rimodulazione del piano delle attività 2020 di Toscana Promozione turistica (annullamento della partecipazione alle fiere, cancellazione di Duco Firenze, dei roadshow in Nord Europa e Usa e dei workshop). L'investimento residuo, che è di 5,5 milioni, servità ad acquistare spazi su carta stampata, tv, radio, online, affissioni nelle città e nelle stazioni, dapprima in Italia e poi in Europa. La campagna di promozione partirà in maggio e avrà focus destinati ai Millennials (i nati a partire dagli anni Ottanta) e alla generazione Z (i giovanissimi).

L'obiettivo è risollevare dalla pandemia un settore che, secondo le stime del Centro studi turistici (Cts), nel 2020 in Toscana ha visto scendere i pernottamenti ufficiali da 48,5 milioni a poco più di 21 milioni (-56%). La spesa turistica si è dimezzata, perdendo 5,5 miliardi. Per quest'anno la previsione è di recuperare 4,7 milioni di pernottamenti: un rimbalzo, niente più.