Oggi | 27 aprile 2021 18:59

Fidi Toscana, per diventare inhouse servono 20 milioni

Procede a fatica, con qualche intoppo (è stato annullato e ripubblicato l'avviso per la procedura negoziata) e allungamento dei tempi, la strategia della Regione diretta a selezionare un advisor per valutare il piano strategico 2020-2024 della partecipata (al 49%) Fidi Toscana, che prevede di trasformare la finanziaria regionale in società inhouse e di concentrarsi, accanto al tradizionale business delle garanzie e alla gestione di fondi pubblici, sull'intermediazione finanziaria e sul supporto tecnico alla programmazione regionale.

In questo scenario, descritto da Toscana24 nel febbraio scorso, Fidi Toscana (che aspetta il nuovo presidente al posto di Lorenzo Petretto, scaduto e non rinnovabile) finirebbe per gestire l'ingegneria finanziaria della Regione e eventuali fondi per entrare nel capitale delle aziende o per sottoscrivere bond societari.

Ma per centrare questo obiettivo - di cui l'assessore Leonardo Marras ha parlato oggi, 27 aprile, in Consiglio regionale in una comunicazione sul futuro della società - la Regione dovrebbe riacquistare il 51% del capitale di Fidi Toscana oggi in mano alle banche, investendo - si stima - almeno 20 milioni di euro (la valutazione di Fidi prima del Covid era 53 milioni), operazione che, da sola, difficilmente potrebbe realizzare.

Marras però ci spera: «Una società di intermediazione finanziaria a totale capitale pubblico, condizione per avere riconosciuta la natura dell'inhouse providing, sarebbe davvero molto utile - ha detto - ed è molto diversa dalla situazione attuale, per la quale ogni attività può essere svolta da Fidi Toscana per conto della Regione solo se risulta affidataria di una commessa dopo una selezione a evidenza pubblica più o meno complessa, a seconda del valore delle prestazioni richieste».

L'obiettivo temporale indicato dall'assessore è avere uno strumento finanziario utile alla ripresa economica all'inizio del 2022. Fidi Toscana ha chiuso il 2020 con 700mila euro di utile, in nero per il secondo anno consecutivo dopo una lunga stagione di perdite.

Leggi anche: Un advisor per decidere il futuro di Fidi Toscana (12/2/2021)