Oggi | 22 aprile 2021 19:20

Ferragamo, ok al bilancio (e al cambio al vertice)

L'assemblea degli azionisti di Salvatore Ferragamo ha approvato oggi il bilancio d'esercizio 2020, che presenta una perdita di 34 milioni di euro rispetto al 2019. Il bilancio consolidato 2020 vede ricavi totali per 915 milioni (-33,5%), Ebitda di 160 milioni (-52,2%), e una perdita netta di 71,7 milioni contro l'utile di 87,4 milioni riportato nel 2019.

I nuovi consiglieri d'amministrazione (10 e non più 13) eletti dall'assemblea sono Leonardo Ferragamo (nella foto), Michele Norsa, Micaela le Divelec Lemmi, Giacomo "James" Ferragamo, Angelica Visconti, Peter Woo, Umberto Tombari, Patrizia Michela Giangualano e Marinella Soldi, tratti dalla lista di maggioranza presentata dal socio Ferragamo Finanziaria (54,28% del capitale), e Anna Zanardi Cappon tratta dalla lista di minoranza, presentata da un raggruppamento di azionisti titolari dell'1,78% del capitale.

L'appuntamento di oggi segna quindi il cambio della guardia in vista al vertice della maison fiorentina: Ferruccio Ferragamo esce dal Cda e dopo 15 anni lascia la presidenza al fratello Leonardo, mentre Michele Norsa e Micaela Le Divelec Lemmi rimarranno vicepresidente esecutivo e amministratore delegato. «E' con grandissimo onore e responsabilità che accolgo questa presidenza», ha dichiarato Leonardo. «Cedo il testimone a mio fratello Leonardo - ha affermato Ferruccio - consapevole che continuerà a guidare l'azienda sostenendo i principi e i valori che hanno sempre contraddistinto la nostra famiglia».