Oggi | 16 settembre 2020 20:48

Seco cresce (+20%) e conferma la quotazione nel 2021

Tra le aziende che hanno continuato a crescere anche nella fase-Covid c'è Seco, leader nei computer miniaturizzati e sistemi integrati per uso industriale, fondata 40 anni fa ad Arezzo da Daniele Conti e Luciano Secciani e partecipata al 20% dal Fondo italiano d'investimento. Nel primo semestre 2020 l'azienda ha realizzato ricavi per 38,2 milioni (+20%), con un ebitda di 7,5 milioni (+64,9%) - arrivato a un peso del 19,6% sul fatturato - e un utile prima delle imposte di 4,8 milioni (+42%). I dati semestrali consolidati sono stati approvati oggi, 16 settembre.

I buoni risultati dell'azienda stanno spingendo l'annunciato sbarco a Piazza Affari: «Il consiglio di amministrazione ha preso atto positivamente dei progressi relativi al progetto di quotazione della società sul segmento Star di Borsa Italiana approvato nei mesi scorsi», afferma un comunicato.

Per l'amministratore delegato Massimo Mauri (nella foto) «i brillanti risultati del primo semestre 2020, raggiunti nonostante le difficoltà del contesto congiunturale note a tutti, confermano la solidità del posizionamento competitivo del gruppo Seco e la validità della strategia in corso di implementazione».

Le previsioni per i prossimi trimestri sono positive e verranno «sostenute da nuove iniziative di crescita, sia organica che per linee esterne, dirette a rafforzare ulteriormente il gruppo anche in previsione della quotazione in Borsa, che prevediamo possa
realizzarsi nel 2021». L'azienda conta anche sull'avvio della commercializzazione di Biorespira, innovativo ventilatore polmonare portatile non invasivo specifico per pazienti Covid e con patologie respiratorie.