Oggi | 3 luglio 2020 13:14

Caffè Giubbe Rosse, finanza alternativa per riaprire

Chiuso dall'autunno 2019 per lavori di ristrutturazione, dopo una crisi finanziaria che lo aveva portato al fallimento e a una trafila di quattro aste giudiziarie, lo storico caffè fiorentino Giubbe Rosse cerca ora il rilancio attraverso un'operazione di finanza alternativa dal basso: la nuova proprietà del caffè - la società Scudieri Internazional controllata dal gruppo Sielna-Nannini dell'imprenditore kazako Igor Bidilo - ha avviato una campagna di crowdlending da 250mila euro sulla piattaforma Criptalia, con la collaborazione di Change Capital, società di intermediazione e consulenza in ambito fintech.

«Abbiamo scelto una strada alternativa per finanziare il nostro investimento per il rilancio dello storico Caffè le Giubbe Rosse - spiega Cataldo Staffieri, amministratore delegato di Scudieri International - perché avevamo la necessità di avere tempistiche certe sulla disponibilità delle risorse economiche necessarie per portare avanti il progetto. Garanzie che non abbiamo ottenuto dai classici soggetti bancari o intermediari finanziari, anche a cause delle attuali contingenze non proprio favorevoli in cui versa il nostro settore».

La crisi dei consumi innescata dal Covid ha pesato infatti sull'attività di Sielna, che gestisce il marchio senese Nannini e ha rilevato nel 2019 il caffè Scudieri in piazza Duomo a Firenze, ha 24 punti vendita in tutta Italia, di cui 18 a Siena: nei giorni del lockdown la quasi totalità dei 400 dipendenti è stata messa in Cassa integrazione. E' inoltre slittata l'apertura del nuovo caffè e del ristorante in Piazza del Campo a Siena, che sarebbe dovuta avvenire nel mese di maggio.

Il prestito "collettivo" di 250mila euro avrà durata di 18 mesi, con un tasso d'interesse dell'8%: così come avviene nelle campagne di crowdfunding, chiunque può contribuire a raggiungere la cifra prefissata con un investimento minimo di 20 euro sul marketplace di Criptalia. L'obiettivo è sostenere il progetto volto a riportare alla luce l'antica tradizione delle Giubbe Rosse, culla del futurismo e dell'ermetismo fiorentino nel '900, luogo di incontro e scambio per intellettuali da Papini a Soffici, da Bonsanti a Carocci, da Pratolini a Bigongiari. Nel progetto di rilancio, Scudieri International annuncia di voler conservare tutti i rapporti di lavoro in essere con gli oltre 25 dipendenti.