Oggi | 26 febbraio 2020 14:02

I rifiuti di Roma (questa volta) arrivano in Toscana

Ci risiamo. Due anni fa la Regione Lazio annunciò un accordo con la Toscana per il trattamento di 20mila tonnellate di rifiuti urbani indifferenziati provenienti da Roma in impianti pubblici del territorio. Ma dopo il recepimento dell'accordo da parte della Giunta toscan a, il presidente Enrico Rossi e l'assessore all'Ambiente, Federica Fratoni, fecero marcia indietro, decretando lo stop all'importazione di rifiuti da altre regioni . Nel gennaio 2018 fu disposta così la «sospensiva degli accordi in essere con le Regioni Lazio e Liguria per l'accoglimento di rifiuti».

Ora quella sospensiva sembra venire meno, visto che la Giunta regionale del Lazio ha appena approvato una nuova intesa con la Regione Toscana che «consentirà il conferimento e il trattamento per i prossimi sette mesi di circa 13.500 tonnellate di rifiuti indifferenziati» in due impianti toscani che hanno un contratto con l'azienda romana dei rifiuti Ama. Gli impianti sono in Versilia e a Massa.

«Ringrazio il presidente Enrico Rossi e l'Amministrazione regionale toscana che hanno dimostrato attenzione e disponibilità, individuando due impianti per il trattamento dei rifiuti di Roma», ha dichiarato il presidente Nicola Zingaretti.