Oggi | 18 febbraio 2020 18:53

Ausilia vende, Accenture al 90% di Fruendo

Nata nel 2014 dalla procedura di esternalizzazione di un ramo di azienda di Banca Mps con 1.066 lavoratori, come joint venture controllata al 60% da Ausilia (Nexi, Bper, Mps, famiglia Bassilichi, Fondi toscani) e al 40% da Accenture, Fruendo è adesso a una svolta con la stessa Accenture che ne assume il controllo con un'operazione che la porta al 90% circa del suo capitale. Ai fratelli Marco e Leonardo Bassilichi resterà una quota di minoranza.

Attualmente, tra esodi per anzianità e nuove assunzioni, l'azienda del back office conta 850 dipendenti, di cui circa 400 nei poli di Siena e Firenze. La nuova governance societaria (l'amministratore delegato Stefano Aiazzi, espressione di Ausilia, si è dimesso) dovrà ora illustrare alle organizzazioni sindacali «strategie, obiettivi - si legge in una nota Fisac-Cgil - perimetro delle attività, attraverso un piano industriale che dia certezza, stabilità e continuità alla produzione, ai livelli occupazionali, ai poli dell'azienda nei vari territori».