Oggi | 17 ottobre 2019 11:07

Nella Kedrion dei Marcucci entra Fsi col 20%

Dopo mesi e mesi di trattative entra un nuovo socio in Kedrion, l'azienda farmaceutica controllata dalla famiglia lucchese Marcucci, tra i leader mondiali negli emoderivati. Accanto a Cdp Equity, già azionista dal 2012 col 25%, entra ora Fsi, il fondo dei fondi sovrani guidato da Maurizio Tamagnini che acquisisce poco meno del 20%. L'operazione si realizzerà attraverso un aumento di capitale per 66,7 milioni che manterrà in capo alla famiglia Marcucci una partecipazione "non inferiore al 54% del capitale".

Fsi acquisirà azioni Kedrion per 100 milioni detenute da Sestant Internazionale - la holding della famiglia Marcucci - e sottoscriverà un aumento di capitale da 50 milioni, per un investimento complessivo di 150 milioni e una quota pari al 19,59% del capitale. Al tempo stesso Fsi Investimenti, controllata da Cdp Equity per il 77%, sottoscriverà un ulteriore aumento di capitale per 16,7 milioni mantenendo così inalterata la propria partecipazione.

«L'ingresso di Fsi e gli apporti in aumento di capitale consentiranno a Kedrion di proseguire nel piano di sviluppo nazionale e internazionale», spiega il presidente e amministratore delegato Paolo Marcucci. Kedrion ha registrato ricavi per 687,9 milioni nel 2018 con un ebitda di oltre il 20%.