Oggi | 14 ottobre 2019 14:42

A Firenze crescita record della criminalità

Firenze mette a segno il record di crescita della criminalità: +9,5%i reati denunciati nel 2018 (arrivati a quota 6.252,8 ogni 100mila abitanti), che la fanno salire al terzo posto in Italia dopo Milano e Rimini. A livello italiano le denunce di reati l'anno scorso sono calate del 2,4%, in linea con la flessione che prosegue dal 2013. L'indice della criminalità è stato elaborato dal Sole 24 Ore sulla base dei dati forniti dal dipartimento di Pubblica sicurezza del ministero dell'Interno relativi appunto al 2018.

I reati che spingono Firenze in testa alla classifica della criminalità sono i furti (+10,1%), e in particolare i furti in abitazione (+25%) e quelli con destrezza (+18,7%). Preoccupante anche i piazzamenti di Prato (settimo posto in Italia) e Livorno (ottavo), che però nel 2018 vedono diminuire le denunce, rispettivamente -2,6% e -4,7%. In discesa anche le denunce a Pisa (-9,8%), che si piazza al 13esimo posto in Italia per indice della criminalità; Lucca (-14,1%), al 20esimo posto; Grosseto (-0,5%), al 23esimo posto; Pistoia (-12,8%) al 31esimo posto; Siena (-4,4%) al 78esimo posto in Italia con 2.841 denunce ogni 100mila abitanti, in assoluto la città più sicura della Toscana. Le altre città che - oltre a Firenze - nel 2018 hanno visto crescere le denunce sono Massa Carrara (+4,9%), al 19esimo posto in Italia per indice della criminalità, e Arezzo (+0,9%), che però si piazza a un tranquillizzante 60esimo posto.