Oggi | 20 agosto 2019 17:28

Abb (ridimensionata) pensa a un nuovo stabilimento

Le carte saranno svelate il prossimo 13 settembre, al tavolo convocato dalla Regione su sollecitazione dei sindacati dopo la cessione del comparto inverter solari dalla Abb di Terranuova Bracciolini (Arezzo) al gruppo lombardo Fimer , avvenuta in luglio col passaggio di 400 lavoratori. La multinazionale svizzera Abb (ex Power-One) ha mantenuto il business delle colonnine di ricarica per auto elettriche e 150 dipendenti.

Al tavolo del 13 settembre è attesa la presentazione da parte di Fimer del piano industriale e degli investimenti che il gruppo lombardo intende realizzare. Intanto si chiariscono le anticipazioni pubblicate nei giorni scorsi sulla Nazione, edizione di Arezzo: non sarebbe Fimer a pensare alla costruzione di un nuovo stabilimento nell'area industriale di Sant'Andrea a San Giovanni Valdarno, destinato ad aprire le porte a nuovi posti di lavoro, ma Abb.

«Proseguiremo nell'area del Valdarno le attività di produzione di colonnine di ricarica per autoveicoli, ora collocate nello stabilimento di Terranuova Bracciolini, che coinvolgono 150 persone - chiarisce il Gruppo Abb in una nota -. L'area del Valdarno in cui queste attività verranno trasferite è in fase di valutazione».