Oggi | 13 giugno 2019 15:22

Sofidel taglia del 50% l'uso della plastica

Il gruppo cartario lucchese Sofidel, leader europeo nella produzione di carta per uso igienico e domestico, 6mila dipendenti e 1,7 miliardi di ricavi, promette di ridurre del 50% l'incidenza della plastica convenzionale nella sua produzione entro il 2030 (rispetto al 2013), equivalente all'eliminazione di oltre 11mila tonnellate all'anno di plastica immessa sul mercato.

Un obiettivo perseguito attraverso una generale riduzione, già avviata negli anni scorsi, dello spessore del film plastico impiegato nel processo produttivo, l'introduzione di nuovi packaging in carta kraft, già presenti o in arrivo sugli scaffali della distribuzione europea e il progressivo impiego, in alcuni mercati, di plastiche riciclate o di bioplastiche.

«Si tratta di una scelta di coerenza e di responsabilità - dice Luigi Lazzareschi, amministratore delegato di Sofidel -. Un impegno che rientra in una più ampia strategia di innovazione e differenziazione di prodotto che stiamo portando avanti. Un nuovo contributo a favore di uno sviluppo pienamente sostenibile che intende rispondere in modo ancora più organico alla crescente domanda di attenzione ambientale».


.