Oggi | 3 maggio 2019 08:29

Rossi: «Il futuro è dell'economia circolare»

«L'economia circolare è una svolta per il futuro: chi non sta su questo fronte è tagliato fuori». Così il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi ha introdotto il convegno sul tema organizzato a Firenze dalla Regione, nell'ambito degli eventi del Festival d'Europa. All'iniziativa era presente anche Simona Bonafè, europarlamentare del Pd e relatrice del pacchetto Ue sull'economia circolare.

Il convegno è stata l'occasione per presentare il piano regionale che dovrà portare entro il 2020 a centrare l'obiettivo del 70% di raccolta differenziata - oggi è il 56% - e l'80% entro il 2023, con sei nuovi biodigestori da realizzare entro il 2022 e il 10% dei rifiuti da avviare in discarica. Per Bonafè «economia circolare del resto non significa politica di rifiuti zero e neppure di impianti zero. Vuol dire semmai ottimizzare l'uso degli scarti e i processi produttivi in ogni loro fase. Con il risultato certo, a cascata, di ridurre poi anche la produzione dei rifiuti e le emissioni in atmosfera di anidride carbonica».

«L'Europa ha cambiato completamente le condizioni del dibattito - ha sottolineato Rossi - ci sono stati regolamenti e direttive e adesso tutti quanti si stanno impegnando su questo fronte. In Toscana la sfida l'abbiamo accolta, abbiamo introdotto l'economia circolare nel nostro statuto e fatto leggi per supportarla. Sia anche con accordi che come Giunta abbiamo preso con i comparti produttivi, primo fra tutti il distretto del cuoio dove ci sono 80 milioni di investimenti sul fronte dell'economia circolare».