Oggi | 16 novembre 2016 07:39

Bassilichi, brindisi al coworking

Un brindisi per i primi sei mesi di coworking: lo hanno voluto i dipendenti di Bassilichi, che da aprile hanno proposto e deciso di lavorare nella sede del Talent Garden (lo spazio di coworking degli innovatori digitali) di Ospedaletto (Pisa) per non perdere il posto di lavoro e trasferirsi a Firenze.

Ieri le istituzioni pisane e l'amministratore delegato Leonardo Bassilichi hanno tracciato un primo bilancio con i sindacati: «Ad oggi l'esperimento è riuscito - dice Roberto Genovese, rappresentante sindacale della Fim-Cisl -. In base all'accordo noi ci paghiamo la scrivania, pur restando dipendenti a tutti gli effetti. A differenza di altre situazioni di coworking noi facciamo produzione in telelavoro, solo che la struttura non è più a carico dell'azienda».

L'obiettivo, spiega Genovese, è far diventare questo progetto «un nuovo modello di sviluppo, che metta al centro la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro con le esigenze produttive delle moderne fabbriche».

Leggi anche: Bassilichi lancia lo "smart working" con 35 addetti (13/4/2016)