Oggi | 8 giugno 2016 06:36

«L'inceneritore di Firenze si farà»

«L'inceneritore di Firenze si farà». Sono le parole del direttore generale di Quadrifoglio, Livio Giannotti (nella foto), in un'intervista a La Nazione, in riferimento al nuovo termovalorizzatore a Case Passerini, l'area tra Sesto Fiorentino e Campi Bisenzio. Quadrifoglio detiene il 60% della Q-Thermo, la società costituita nel 2012 che gestirà l'inceneritore.

«La realizzazione dell'impianto – continua – è stata strumentalizzata dalla politica, indipendentemente da chi vince le elezioni di Sesto Fiorentino sarà realizzato. Non farlo significherebbe omissione di atti di ufficio. Abbiamo in mano tutti gli atti amministrativi necessari. Sono anche scaduti i termini per i ricorsi, chi voleva opporsi doveva farlo prima».

Sul cantiere, Giannotti dice: «Stiamo facendo attività preliminare di investigazione. Aspettiamo il responso dell'autorità di controllo che ci darà l'ok per l'apertura del cantiere. Contiamo di aprirlo per inizio estate, quindi tra pochi giorni. I lavori di realizzazione sono stati pianificati in 700 giorni lavoratori. Tra due anni l'impianto sarà concluso. Poi serviranno dodici mesi tra avviamento e messa a regime, verifiche e collaudi».

Leggi anche: Quadrifoglio vuole l'ok per l'inceneritore fiorentino (20/11/2015)