Oggi | 16 dicembre 2021 18:50

Ferruccio Ferragamo confermato alla guida di Polimoda

Ferruccio Ferragamo, azionista della maison di moda di lusso e presidente della Ferragamo Finanziaria, è stato riconfermato alla presidenza del Polimoda di Firenze, una delle più prestigiose scuole di moda al mondo che guida dal 2006. Confermato anche il vicepresidente Alessandro Sorani, a capo di Confartigianato Firenze.

Le nomine sono arrivate dall'assemblea dei soci (Comuni di Firenze, Prato e Scandicci; Città metropolitana di Firenze; Camera di commercio di Firenze; Confindustria Firenze; Centro di Firenze per la moda italiana; Fondazione Cr Firenze) che ha rinnovato anche il consiglio d'amministrazione: Alessandro Sorani e Paolo Barberis per Camera di commercio di Firenze; Eva Desiderio, Toni Scervino, Carlo Palmieri e Giacomo Cortesi per Comune di Firenze; Ferruccio Ferragamo, Jacopo Speranza e Giuseppe Rogantini Picco per Fondazione Cr Firenze; Alberto Scaccioni e Leonardo Lascialfari per Centro di Firenze per la Moda Italiana; Niccolò Ricci per Confindustria Firenze; Roberta Pecci per Comune di Prato; Riccardo Bianchi per Comune di Scandicci; Raffaello Napoleone per Fashion Institute of technology.

«Polimoda è diventato un centro di riferimento scelto dai giovani di tutto il mondo - ha dichiarato Ferragamo - che arrivano a Firenze con l'intenzione e il sogno di diventare i futuri protagonisti della moda. È questo il nostro più importante contributo al territorio e al fashion system di domani. Siamo pronti ad affrontare con rinnovato entusiasmo e determinazione nuove sfide e opportunità».

Fino all'avvento del Covid, Polimoda - dal febbraio scorso diretto dallo stilista Massimiliano Giornetti - era cresciuto fortemente arrivando a toccare 2.300 studenti da 68 Paesi. Poi è arrivata la pandemia che ha rimescolato le carte. Oggi gli studenti iscritti sono 1.700, con 200 docenti e 80 persone dello staff. L'offerta formativa prevede sette corsi post-diploma, 18 master post-laurea, corsi brevi e corsi finanziati dai fondi europei.