Oggi | 19 ottobre 2021 23:39

Le terme toscane in mostra per il rilancio post-Covid

Fa tappa in Toscana, fino a giovedì 21 ottobre, il progetto Ice-Federterme diretto - anche alla luce dell'emergenza Covid - a sostenere i servizi e i prodotti delle terme italiane attraverso campagne straordinarie di promozione all'estero, tour esperienziali e accoglienza nelle strutture termali di buyer stranieri e giornalisti provenienti dai mercati strategici.

Il programma toscano è partito il 18 ottobre da Terme di Chianciano (col Parco Acqua Santa, Terme sensoriali, piscine termali Theia), per toccare Terme Gambassi, Terme di Casciana, Bagni di Pisa, Bagni di Lucca, Grotta Giusti e Terme di Montecatini, e ancora Terme di Equi e Terme della Versilia. Un altro gruppo di tour operator e giornalisti si è diretto invece nel sud della Toscana per visitare Terme di Montepulciano, Fonteverde, Terme San Giovanni e Terme Antica Querciolaia, e poi Terme di Sorano.

Tappa finale per tutti alle Terme di Saturnia, in Maremma, affacciati sul cratere termale da cui sgorga "l'acqua santa" alla temperatura di 37 gradi.

Il progetto Ice-Federterme punta a tamponare la grave crisi che si è abbattuta sul settore termale da diversi anni e che è stata aggravata dalla pandemia. Per risollevare il giro d'affari degli stabilimenti termali il Governo ha introdotto anche un bonus terme che sarà operativo tra poche settimane: tutti cittadini, a partire dall'8 novembre, potranno prenotare trattamenti termali (nelle strutture accreditate su una piattaforma gestita da Invitalia) con uno sconto del 100% e fino a un massimo di 200 euro a persona. Non sono previsti limiti di età, né di reddito o di appartenenza a un nucleo familiare, né prescrizioni sanitarie. Gli stabilimenti termali si stanno organizzando per far fronte alla massa di prenotazioni attese.