Oggi | 12 ottobre 2021 10:09

Seco cresce in Germania, ora è un leader nell'IoT

Un'operazione da 180 milioni di euro per creare il campione europeo in ambito IoT-Ai, ovvero Internet delle cose e intelligenza artificiale: l'aretina Seco ha rilevato la tedesca Garz & Fricke Group per tale cifra, annunciando così la nascita di un gruppo in grado di generare ricavi per 180 milioni di euro e un margine operativo lordo rettificato di oltre 40 milioni entro il 2022. Seco, partecipata dal Fondo Italiano Tecnologia e Crescita, pagherà 165 milioni in contanti, ed effettuerà un aumento di capitale da 15 milioni riservato agli attuali azionisti di Garz & Fricke.

L'operazione «è un momento fondamentale nel progetto di crescita di Seco», ha affermato l'amministratore delegato Massimo Mauri, parlando di «un passaggio chiave che ci consente di incrementare la nostra posizione di leadership a livello europeo e globale, di rafforzare la nostra presenza in un mercato strategico come la Germania, oltre che di accelerare ulteriormente la diffusione di Clea su una base clienti sempre più ampia, aggiungendo competenze e tecnologie chiave al nostro portafoglio prodotti per continuare a fornire i più elevati standard di qualità e servizio ai nostri clienti. Non vediamo l'ora di accogliere il management team e tutte le persone di Garz & Fricke Group nella nostra organizzazione, perché anche loro siano parte integrante del nostro progetto».

Seco ha inoltre stretto una partnership con Rhea Vendors Group, tra i più importanti produttori al mondo di distributori automatici tailor made, per lo sviluppo di soluzioni innovative nel mondo del vending, delle macchine da caffè e del new retail. La nuova generazione di macchine Rhea utilizzerà così la piattaforma software Clea per estrarre i dati dal campo, trasferirli nel cloud e analizzarli in tempo reale, «restituendo un insieme di indicatori ad alto valore aggiunto che consentono di abilitare processi decisionali data-driven», spiegano le due società. L'installazione di Clea sulle macchine di Rhea inizierà a partire dal 2022, con una previsione a regime di oltre 40.000 dispositivi l'anno.