Oggi | 20 settembre 2021 17:09

Ok al concordato per salvare Sansedoni

Il Tribunale di Siena ha omologato il concordato per il salvataggio di Sansedoni spa, storica società immobiliare senese partecipata da Fondazione Mps (67%), Banca Mps (21,8%) e dalla cooperativa emiliana Unieco (11,2%). La procedura di concordato era stata avviata nel gennaio del 2020. Sarà il gruppo britannico Arrow Global, tramite le proprie controllate italiane Europa Investimenti e Sagitta Sgr, a ristrutturare la società «mantenendo i livelli occupazionali - si legge in una nota - oltre che valorizzandone il patrimonio immobiliare».

L'operazione di ristrutturazione della Sansedoni prevede un aumento di capitale della società di 5 milioni di euro realizzato da parte di Europa Investimenti, mentre Sagitta Sgr ha istituito il fondo chiuso che gestirà gli immobili di proprietà della Sansedoni e le cui quote saranno sottoscritte dagli istituti bancari creditori della Sansedoni tramite conversione dei propri crediti ipotecari, nonché l'apporto di nuove risorse finanziarie per complessivi 13 milioni di euro, garantiti dalla Fondazione Mps (3 milioni) e dalla stessa Arrow Global (10 milioni) da destinare principalmente alla realizzazione di capex sugli immobili.