Oggi | 18 settembre 2021 21:21

In 20mila a Firenze per Gkn, ora i giorni decisivi

In ventimila, con bandiere e striscioni, hanno dato vita a una grande manifestazione a Firenze contro i licenziamenti alla Gkn di Campi Bisenzio. Il corteo, fra i più grandi dai tempi del Social Forum (2002), è partito dalla Fortezza da Basso, e ha transitato per piazza Indipendenza, piazza Santissima Annunziata, piazza Beccaria, per poi arrivare ai viali e dirigersi verso piazzale Michelangelo, dove la manifestazione si è conclusa, senza alcun incidente o momento di tensione, ma con ovvie ripercussioni sulla viabilità durante tutto il pomeriggio. Insieme ai lavoratori Gkn hanno sfilato gli operai della Whirlpool di Napoli, una rappresentanza della Rsu della Piaggio di Pontedera, gli operai della Sanac di Massa Carrara.

La manifestazione di sabato 18 porta ai giorni decisivi della vertenza di Gkn Driveline Firenze: l'azienda, che come annunciato tempo addietro al tavolo ministeriale ha dato avvio alla liquidazione, depositando i relativi documenti alla Camera di commercio di Bolzano dove ha sede la controllante Gkn Driveline Brunico, sarà ancora una volta presente al tavolo che il ministero per lo Sviluppo economico ha convocato per lunedì 20 settembre. Ma già due giorni dopo, il 22, scadrà il termine della procedura di licenziamento collettivo nei confronti dei 422 dipendenti di Campi. E ogni giorno può essere quello buono perché il giudice del lavoro del Tribunale di Firenze si pronunci sul ricorso presentato dalla Fiom-Cgil per comportamento antisindacale.