Oggi | 7 settembre 2021 19:12

Ferragamo recupera redditività, estate 2021 positiva

Crescono i ricavi, come anticipato nel luglio scorso dai dati preliminari, e cresce anche la redditività per la maison Salvatore Ferragamo nel primo semestre del 2021, periodo in cui il gruppo ha realizzato ricavi consolidati per 524 milioni di euro (+44,2%), mentre l'Ebitda è cresciuto passato dai 32 milioni del primo semestre 2020 ai 144 milioni dello stesso periodo dell'anno in corso, con un'incidenza percentuale sui ricavi passata dall'8,8% al 27,5%. L'utile netto di pertinenza del gruppo è di 31 milioni, contro la perdita di 82 milioni subita nel primo semestre 2020, periodo fortemente condizionato dalla pandemia Covid-19.

La tendenza positiva si è mantenuta anche nei mesi di luglio e agosto, con una «crescita sostenuta delle vendite», secondo Ferragamo, nei negozi diretti negli Stati Uniti, in Cina, Corea del Sud e America Latina rispetto allo stesso periodo del 2019. «La performance retail globale pertanto risulta vicina ai livelli pre-Covid», afferma l'azienda, precisando che «il quadro di mercato rimane volatile, in conseguenza della pandemia, ancorché in fase di progressiva normalizzazione. Non si ritiene, comunque, di fornire previsioni dettagliate relative alla chiusura dell'esercizio, mentre si conferma il miglioramento della performance dei mercati a più alta contribuzione».

L'Asia Pacific rimane il primo mercato in termini di ricavi per il gruppo, con un trend in aumento del 35,2%: l'intero continente asiatico rappresenta oltre il 50% delle vendite totali del gruppo per il semestre. L'area Emea ha registrato un aumento dei ricavi del 22,2%; il Nord America ha visto un +103%; l'area del Centro e Sud America un +65,6%. Le calzature e la pelletteria rappresentano rispettivamente il 43% ed il 45% del fatturato del semestre.

Parla di risultati «molto incoraggianti», che dimostrano un «significativo turnaround della redditività e una robusta generazione di cassa», il vicepresidente esecutivo Michele Norsa, a cui da domani saranno conferiti i poteri di ordinaria amministrazione, divenendo effettive le dimissioni (annunciate nel luglio scorso) dell'attuale amministratore delegato Micaela Le Divelec Lemmi. A inizio 2022, esaurito il contratto con Burberry, Marco Gobbetti sarà il nuovo amministratore delegato. Il Cda di Ferragamo ha deliberato di rinviare ad una successiva seduta la cooptazione dei nuovi consiglieri in sostituzione dei dimissionari: oltre a Le Divelec Lemmi anche la neopresidente della Rai, Marinella Soldi.