Oggi | 1 settembre 2021 19:43

A Prato debutta il turismo industriale

C'è il turismo dell'arte, del vino e della natura e, d'ora in poi, ci sarà il turismo industriale. A lanciarlo è Prato - una delle principali città industriali italiane, da sempre ai vertici per dinamismo imprenditoriale - che in questo modo vuol far conoscere la città attraverso la sua vocazione antica, il tessile.

Visite alle fabbriche in funzione e a quelle trasformate, itinerari di archeologia industriale, spettacoli e eventi culturali, laboratori per bambini e attività per famiglie serviranno a scoprire l'industria, l'arte e la storia di Prato.

Si parte l'ultimo fine-settimana del mese, con una sperimentazione da settembre 2021 a marzo 2022. Il progetto "Fabbriche raccontano storie" punta ad attrarre il turismo nazionale e internazionale ed è promosso dall'Osservatorio turistico di destinazione che riunisce enti locali, categorie economiche, operatori del turismo.

«Col progetto del turismo industriale - afferma l'assessore pratese Gabriele Bosi - il Comune di Prato e tutto l'ambito turistico pratese si arricchiscono di un nuovo prodotto importante, che permetterà di distinguerci tra tutti gli altri ambiti turistici a livello non solo regionale ma anche nazionale. La tradizione manifatturiera rappresenta da sempre un tratto essenziale della nostra identità locale e con questo progetto vogliamo farne un elemento attrattivo». Con un ulteriore elemento d'interesse: l'antica tradizione del riciclo della lana, che oggi si inserisce nel filone della sostenibilità e dell'economia circolare.