Oggi | 7 aprile 2021 18:23

Manifattura Tabacchi avvia 'Factory' da 30 milioni

La Manifattura Tabacchi di Firenze, grandioso complesso immobiliare (100mila mq di superfici coperte) costruito tra il 1930 e il 1940 e acquisito dalla società inglese di asset management Aermont Capital con Cdp Immobiliare (ha il 40%), fa un altro passo avanti sulla strada del recupero edilizio e della trasformazione in quartiere di respiro internazionale.

Sono partiti i lavori di ristrutturazione della 'Factory', cioè l'ex fabbrica di sigari e sigarette di oltre 20mila metri quadrati che ospiterà atelier, officine, laboratori e concept store al piano terra, uffici al primo piano, e tanti spazi per la socialità, compreso un birrificio nell'ex centrale termica. L'appalto vale circa 30 milioni ed è stato assegnato all'impresa trevigiana Setten Genesio, specializzata in restauri. A regime nel cantiere lavoreranno 200 persone. I lavori dovrebbero concludersi nel settembre 2022.

«La Factory era il cuore produttivo e il cuore geografico della Manifattura - ha spiegato Giovanni Manfredi, ceo di Manifattura Tabacchi illustrando il progetto in streaming - e ora ci piacerebbe che diventasse il cuore propulsivo. Abbiamo messo a punto un progetto che punta sul verde (un bosco sul tetto degli edifici, ndr) e sulla sostenibilità non solo ambientale ma soprattutto etica».