Oggi | 1 aprile 2021 19:42

Firenze lavora per gli affitti a medio-lungo termine

Una piattaforma per mettere in contatto l'offerta di appartamenti in affitto a Firenze con la domanda proveniente da studenti, startupper, smart worker, ma anche dalle scuole e università presenti sul territorio e dagli incubatori di impresa, e sviluppare così un servizio per gli affitti a medio e lungo termine: è il progetto "Be.Long", presentato da Comune di Firenze e Destination Florence, che propone la piattaforma all'interno proprio del sito web di Destination Florence.

Il progetto mette insieme una rete fatta dalle realtà del mondo della formazione, degli incubatori di impresa e dei piccoli proprietari e agenzie immobiliari per incentivare la permanenza medio-lunga e promuovere servizi integrati dedicati a chi trascorre diverse settimane in città, dalla ricerca di un alloggio all'assistenza sanitaria, dai trasporti alle pratiche burocratiche. L'idea è anche quella di accompagnare gli host che finora si sono rivolti al mercato delle locazioni brevi verso il mercato degli affitti turistici a medio e lungo termine, anche attraverso le agevolazioni Imu e altri servizi.

Infatti, per i proprietari che affitteranno a canone concordato, i benefit del progetto Be.Long riguarderanno sconti Imu, accesso al servizio privilegiato di indicizzazione degli annunci. Per gli inquilini sono invece previsti come benefit la Firenze Welcome card con sconti su musei e attività commerciali per studenti e startupper, sconti negli alberghi per amici e parenti che arrivano in città, un'assistenza da parte del Destination Florence per la permanenza a Firenze, sconti negli spazi di co-working di Firenze e per l'uso della mobilità sharing. Destination Florence non percepirà alcuna percentuale dai contratti siglati: per accedere al servizio occorrerà solo iscriversi come soci.

La piattaforma Be.Long, che andrà online sul portale destinationflorence.com a fine aprile, si articola in diverse sezioni, ognuna per una categoria di interesse: servizi sui trasporti e mobilità, raccolta differenziata e associazioni di volontariato, oltre a informazioni su formazione, banche e burocrazia. Sezione dedicata a parte per gli alloggi, con una vetrina degli appartamenti regolamentati da ricercare attraverso appositi filtri e la possibilità per i proprietari e agenzie di intermediazione di inserire gli annunci per immobili, che rispettano determinati standard qualitativi (dal wi-fi agli impianti a norma, dai portoni blindati alla caldaie non più vecchie di 10 anni) e l'adesione da parte del proprietari, agenzia o Property manager delle condizioni contrattuali.

A Firenze i cosiddetti cittadini temporanei sono stati 3 milioni nel 2019. Le persone che per varie motivazioni soggiornano a Firenze per un periodo medio-lungo sono giovani e si muovono soprattutto per necessità di studio. Nell'anno accademico 2019/20 gli studenti internazionali presenti a Firenze erano 36.535, con una permanenza media di 90/100 giorni e un totale di presenze totali che oscilla tra i 3.288.150 e 3.653.500. A questi si aggiungono smart worker, startupper, e i cosiddetti nuovi cittadini temporanei come nomadi digitali, lavoratori in trasferta o i turisti sanitari.