Oggi | 29 marzo 2021 19:37

Publiacqua, giù ricavi e utili (-33%)

Publiacqua chiude il 2020 con ricavi in calo per 10 milioni di euro e l'utile che si ferma poco sopra 25 milioni (era stato 37,8 milioni nel 2019, interamente distribuito), in calo del 33% rispetto all'anno precedente.

Il gestore idrico della Toscana centrale, che opera in regime di monopolio e fa capo per il 60% a 45 Comuni della regione e per il 40% alla multiutility romana Acea, parla in un comunicato di «un anno pesantemente condizionato dagli effetti della pandemia», anche se sottolinea la mole di investimenti (93,7 milioni) «realizzati senza incrementare le tariffe» e la riduzione di 12,4 milioni dei costi operativi.

«Grazie all'efficienza realizzata e al contenimento dei costi attuato - afferma l'azienda guidata da Lorenzo Perra - rimane sostanzialmente invariato il margine operativo lordo (mol), +0,1%». Nel 2019 il mol era stato di 129,5 milioni, pari al 47,5% del fatturato (271,8 milioni di ricavi totali). La solidità economico-finanziaria, secondo quanto sostenuto dall'azienda, è testimoniata dai principali indicatori: il Roe (risultato netto/patrimonio netto) si attesta al 9% e il rapporto posizione finanziaria netta/mol nel 2020 è all'1,35%.

Il bilancio, approvato dal consiglio di amministrazione, sarà ora sottoposto all'assemblea dei soci che dovrà decidere la destinazione degli utili: l'anno scorso i Comuni chiesero la distribuzione integrale dei 37,8 milioni per far fronte all'emergenza sanitaria.