Oggi | 1 marzo 2021 19:08

Resistenza agli antibiotici, 18 milioni a Gsk

Al centro della ricerca farmacologica non c'è solo la lotta al Covid: il Gsk Vaccines Institute for Global Health (Gvgh), istituto fondato a Siena nel 2008, ha ottenuto un finanziamento di 18 milioni di dollari da Carb-X per lo sviluppo di due nuovi vaccini per la lotta alla resistenza degli antibiotici: si tratta di vaccini contro lo Streptococco di Gruppo A e la Salmonella invasiva, due infezioni batteriche che uccidono ogni anno centinaia di migliaia di persone in tutto il mondo, e per cui a oggi non esistono vaccini disponibili.

E' la prima volta che Carb-X, che fa capo all'Università di Boston e che include, fra gli altri, il Wellcome Trust, la Bill & Melinda Gates Foundation, e il National Institute of Allergy and Infectious Diseases, assegna questo tipo di finanziamento in Italia. Il Gvgh opera all'interno del Centro Ricerche Gsk Vaccines di Siena e conta circa 50 collaboratori. Lo Streptococco di Gruppo A e la Salmonellosi sono entrambi parte del portfolio progetti dell'Istituto. Ammontano a oltre 50 milioni di euro i finanziamenti pubblici e privati attratti dall'istituto in dieci anni.

"Gvgh è impegnato ogni giorno a lavorare con i partner - afferma Francesco Berlanda Scorza, direttore dell'istituto - per sviluppare vaccini efficaci e a basso costo che proteggano le comunità vulnerabili da alcune delle malattie più diffuse che causano un'elevata morbilità e mortalità nei paesi in via di sviluppo. Grazie al supporto di Carb-X, abbiamo l'opportunità di portare avanti lo studio di vaccini innovativi contro la salmonella e lo streptococco di gruppo A e contribuire alla lotta contro la resistenza antimicrobica".