Oggi | 1 marzo 2021 19:55

Molteni allarga lo stabilimento di Scandicci

L'investimento è nel comune di Scandicci, alle porte di Firenze, diventato il cuore del distretto della pelletteria di lusso, ma per una volta non si tratta di una fabbrica di borse. Ad ampliare lo stabilimento è Molteni Farmaceutici, azienda della famiglia Seghi Recli specializzata nei prodotti per le dipendenze e per la terapia del dolore, 87 milioni di ricavi 2019 con un margine operativo lordo (ebitda) superiore al 15% e 350 dipendenti, di cui 200 proprio nella sede di Scandicci. Il 2020 si è chiuso con ricavi in leggera contrazione e un miglioramento della redditività.

Molteni costruirà una nuova ala direzionale del quartier generale da 10mila metri quadrati: si tratta di altri 2.800 metri quadrati in cui riunirà - con un investimento di quattro milioni - tutti gli uffici, liberando così spazio per lo sviluppo produttivo. La prima pietra del cantiere verrà posta ufficialmente domani, 2 marzo, dal presidente di Molteni, Giuseppe Seghi Recli, alla presenza del governatore Eugenio Giani, dell'assessore regionale all'Ambiente, Monia Monni, e del sindaco di Scandicci, Sandro Fallani.

La presenza di Monni si spiega con la bonifica (in corso) di un'ex area industriale di proprietà dell'azienda farmaceutica vicina allo stabilimento, che - grazie a un accordo con la Regione e con le istituzioni locali - ha permesso di svincolare i terreni su cui adesso verranno costruiti gli uffici.