Oggi | 17 febbraio 2021 19:42

Scandicci, lo stabilimento di borse Ysl aprirà nel 2023

Ci vorrà qualche mese in più del previsto - visto che i lavori di riqualificazione non partiranno prima del settembre prossimo - ma tra due anni, all'inizio del 2023, Cassa depositi e prestiti (Cdp) consegnerà a Yves Saint Laurent il 'Palazzaccio' di Scandicci (Firenze) completamente ristrutturato secondo le necessità del marchio francese.

Nell'edificio di 28mila metri quadrati abbandonato da tempo (avrebbe dovuto essere una sede dell'Agenzia delle Entrate e accogliere le dichiarazioni dei redditi del Centro Italia) sorgerà il centro mondiale della pelletteria Ysl, strategicamente collocato nel "cuore" del prestigioso distretto fiorentino della pelletteria di lusso.

Il 'Palazzaccio' sarà ristrutturato da Cdp con un investimento di quasi 30 milioni e dato in affitto a Ysl per due milioni all'anno. Il contratto ha una durata di 15 anni con possibilità di estensione a 27, ma anche con l'opzione d'acquisto da parte del brand parigino.

Il nuovo centro pelletteria, che si chiamerà Atelier maroquinerie Ysl, ospiterà tutte le fasi – ricerca, sviluppo prodotto, prototipia, produzione e formazione – e almeno 650 addetti, di cui più di 300 nuovi assunti (gli altri 340 sono gli attuali dipendenti dell'atelier presente a Scandicci che sarà trasferito e inglobato).

Cdp e Comune di Scandicci hanno appena firmato la convenzione urbanistica che apre la strada al rilascio del 'permesso a costruire' per i lavori, previsto - afferma un comunicato di Cdp - entro fine marzo. Oltre alla rifunzionalizzazione dei fabbricati esistenti è prevista la realizzazione di parcheggi pubblici e privati, la sistemazione del verde e il completamento e l'adeguamento del tratto di strada pubblica da cui si accede al Palazzaccio, per un importo stimato in 1,8 milioni di euro.