Oggi | 16 febbraio 2021 21:56

Invitalia: «No alla proposta di Human Company»

Dopo più di un anno e mezzo di trattative, arriva la rottura. Invitalia, l'agenzia nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'imprese, ha fatto sapere con un comunicato che non cederà al gruppo toscano Human Company i villaggi nel Sud Italia che fanno capo a Italia Turismo tra cui Floriana Village, Simeri Village, Sibari Green Village, Costa di Simeri, Torre d'Otranto, Alimini Village, Tonnare di Stintino, il Villaggio di Pisticci (per un totale di 2.600 camere e 6.900 posti letto).

Le negoziazioni si sono interrotte «per il mancato interesse di Invitalia per le proposte ricevute dal potenziale acquirente». Non viene meno però l'obiettivo dell'Agenzia: attuare il piano di razionalizzazione e dismissione degli asset immobiliari di Italia Turismo «ricercando altre soluzioni di mercato».

La vicenda parte il 10 luglio 2019 quando Invitalia rende noto di aver sottoscritto un accordo (termsheet) col gruppo Human Company, in mano alle famiglie Cardini-Vannucchi (più di 130 milioni di fatturato consolidato 2019), specializzato nell'ospitalità all'aria aperta, per la dismissione di alcuni asset della controllata Italia Turismo.

La firma del contratto per la cessione degli otto villaggi (da conferire in una nuova società) si ipotizzava entro la fine del 2019 al prezzo definito in 137,5 milioni. Ma l'affare è andato a monte e quella firma non ci sarà.