Oggi | 2 gennaio 2021 18:18

Il mondo del wedding tourism lancia l'allarme

Un crollo del fatturato di oltre l'80% in Italia per matrimoni ed eventi privati, che sale al 100% per il destination wedding: è dalla Toscana, regione leader del mercato nazionale con un volume d'affari oltre i 160 milioni annui prima della pandemia, che parte l'appello alle istituzioni di Federmep, la federazione che rappresenta le imprese e i liberi professionisti della filiera, per chiedere un sostegno. Anche perché gli eventi richiedono una lunga fase preparatoria, e dunque per un ritorno alla normalità del settore si dovrà aspettare almeno il 2022.

«Solo nella nostra regione - sostiene il vicepresidente della Federazione, Pasquale Mazzei - contiamo oltre 7mila operatori economici, travolti dalla crisi causata dal Covid che ha portato alla cancellazione della stagione dei matrimoni, da maggio a settembre, e di quella degli eventi privati tipici del periodo pre natalizio. Eppure finora la nostra filiera è stata in gran parte dimenticata nei provvedimenti presi dal Governo. Chiediamo forme di sostegno necessarie per resistere e non disperdere un patrimonio di competenze, esperienze e passione: tutti concetti che ribadiamo nella videolettera aperta che abbiamo inviato al presidente del Consiglio Conte alla vigilia di Natale».