Oggi | 26 novembre 2020 18:33

«La chiave per il rilancio di Firenze è la sostenibilità»

Porre la sostenibilità al centro del modello di sviluppo del territorio fiorentino. Lo ha chiesto il presidente di Confindustria Firenze, Maurizio Bigazzi, alla Città metropolitana di Firenze e alla Regione, intervenendo a un incontro online sulla sostenibilità organizzato dall'associazione degli imprenditori fiorentini.

«Lavoriamo insieme per una ripartenza sostenibile - ha aggiunto Bigazzi - che abbia al centro quei valori che già ci portiamo dentro. E' un terreno di confronto su cui stiamo già lavorando con il sindacato, perché la nostra ripresa non potrà essere inerziale; né potrà essere trainata solo dalla congiuntura. Per essere vera e sostenuta, la nostra ripresa, economica e sociale, dovrà essere inclusiva e, appunto, sostenibile».

Il presidente degli industriali ha chiesto sostenibilità anche nei tempi «perché i tempi di attuazione e di realizzazione possono trasformare un'impresa sostenibile in un'impresa inutile». Per questo «accanto alla sostenibilità del sistema economico, occorre anche la sostenibilità del sistema pubblico. E non dimentichiamo che questa sostenibilità deve essere verificabile e rendicontabile. Spesso la mancanza di verifiche ha trasformato alcune iniziative, magari nate con le migliori intenzioni, in esperienze di facciata».

Di sostenibilità come leva per ritrovare degli investimenti ha parlato il presidente della Regione, Eugenio Giani, intervenendo al webinar insieme, fra gli altri, al sindaco di Firenze, Dario Nardella. L'incontro 'Proteggendo il futuro. Il contributo delle Imprese per lo sviluppo sostenibile. L'esperienza della "Piana"', aveva l'obiettivo di far conoscere le buone pratiche realizzate dalle imprese e di mettere a confronto imprenditoria, istituzioni e rappresentanti del terzo settore per individuare quelle sinergie che possono far crescere le imprese verso una più attenta sostenibilità ambientale, sociale e economica. Oltre cento le imprese che hanno partecipato.