Oggi | 17 novembre 2020 12:38

Campaioli (Artigiancredito) presidente di Fedart Fidi

Passaggio di consegne tutto toscano all'interno di Fedart Fidi, la Federazione Nazionale dei confidi artigiani e delle Pmi: Giacomo Cioni (a destra nella foto), presidente uscente, ha passato il testimone a Fabrizio Campaioli (a sinistra nella foto), presidente di Artigiancredito, il consorzio fidi nel cui consiglio d'amministrazione siede lo stesso Cioni. Quest'ultimo è stato nominato vicepresidente di Fedart Fidi, e presidente del Fondo Interconsortile (ex Fiaf, adesso Fiap).

«Questa elezione - ha commentato Campaioli - ci dà l'opportunità di essere ancora più dentro al mondo delle imprese, riuscendo a visualizzare in un'ottica nazionale le necessità imprenditoriali delle Pmi nonché del sistema bancario a loro interessato, in modo da poter lavorare in sinergia col sistema associativo, per riuscire a triangolare in modo soddisfacente le interazioni tra Impresa, Confidi e Banca».

Fedart Fidi, costituita nel 1994 per rappresentare il sistema di garanzia dell'artigianato a livello nazionale, conta più di 650 mila imprese associate alle quali sono stati garantiti 3.363 milioni di euro nel 2019 e vanta una dotazione patrimoniale dei confidi associati pari a 745 milioni di euro. Artigiancredito, nato nel 2019 dalla fusione di Artigiancredito Toscano e Unifidi Emilia Romagna, è oggi il confidi più grande d'Italia (e il più grande fra quelli del mondo artigiano) insieme a un altro consorzio pluriregionale che ha la sua sede a Firenze: Italia Comfidi, di area Confesercenti, rivolto alle Pmi del terziario.