Oggi | 16 novembre 2020 18:10

Crescono i depositi in banca, Lucca sul podio

Lucca è la seconda provincia d'Italia per tasso di crescita dei depositi bancari nei primi nove mesi del 2020, con un +11,8% sullo stesso periodo del 2019, alle spalle di Ragusa (+14,6%) e davanti a Sassari (+11,7%): lo rivelano i dati della Banca d'Italia, scrive Il Sole 24 Ore, secondo cui il fenomeno «va letto alla luce dei timori sul futuro, ma anche delle misure straordinarie varate dal Governo. E può rivelarsi un'arma a doppio taglio in assenza di investimenti e ripresa delle attività produttive e dei consumi». Il trend di crescita è presente in tutte le province italiane.

Si registrano incrementi dei depositi anche a Massa Carrara (+10,2%), Grosseto (+10%), Pistoia (+7,9%), Prato (+7,8%), Pisa (+7,5%), Livorno (+7,3%), Arezzo (+7,1%), Firenze (+5,6%), Siena (+2,2%). Il fenomeno, secondo il quotidiano economico, non è solo italiano: un'indagine della Bce, pubblicata a metà anno e relativa al mese di marzo 2020, aveva individuato un aumento esponenziale dei depositi in quattro dei cinque Paesi europei analizzati (Francia, Italia, Regno Unito, Spagna, con l'unica eccezione della Germania). Un trend che, secondo Francoforte, «può essere controproducente in termini di mancati consumi o investimenti, se prolungato nel tempo».