Oggi | 15 ottobre 2020 19:51

Bando filiera turismo, il 'click day' manda in tilt il sito

Non è andata bene l'apertura, alle 9 di oggi 15 ottobre, del bando da cinque milioni della Regione Toscana per dare mini-sostegno a fondo perduto alla filiera del turismo (da 1.000 a 3.000 euro per microimprese e professionisti, da 2.000 a 4.000 euro per piccole e medie imprese).

Il sito Internet della società regionale Sviluppo Toscana, sul quale si dovevano presentare le domande, si è bloccato e un messaggio di scuse ha parlato di «rallentamenti del sistema per affluenza straordinaria». Più tardi il sistema ha ripreso a funzionare e alle 18 le domande presentate risultavano 1.785 con richieste di risorse per 4 milioni sui 5 disponibili (tre per agenzie turistiche e guide, due per taxi, Ncc e altre attività di trasporto).

Ma il fatto che il sistema di accesso unico al gestionale domande (Gestdom) abbia accusato problemi ha fatto infuriare Confartigianato Firenze, già critica sul 'click day' con cui si assegnano queste come altre risorse regionali. «Costringono le aziende ad adeguarsi in fretta e furia per rincorrere le ultime tecnologie e poi, quando è il momento, chi dovrebbe essere il garante del funzionamento dei sistemi informatici non si mostra all'altezza», lamenta il segretario generale Jacopo Ferretti.

«E' una vergogna - accusa Ferretti - ma quale fondo perduto, direi piuttosto 'bando perduto'. Fanno penare le aziende per un migliaio di euro in una situazione grave come questa. Stiamo ricevendo una valanga di segnalazioni: il sistema o non ti fa entrare o a un certo punto ti butta fuori». Dito puntato anche sul metodo del 'click day': «Una volta per tutte finiamola con questi bandi e utilizziamo un modo più democratico di distribuzione delle risorse o perlomeno garantiamo il rifinanziamento per non lasciare nessuno indietro».