Oggi | 14 ottobre 2020 18:30

Deserta l'asta per la carta marmorizzata del Papiro

E' andata deserta anche la quarta asta indetta per la storica azienda fiorentina 'Il Papiro', fallita nel marzo 2019, eccellenza artigianale della carta marmorizzata usata per quaderni, blocchi, matite, portapenne e articoli da scrivania, con uno stabilimento a Bagno a Ripoli, otto negozi monomarca (nelle zone turistiche di Firenze, Siena, Roma e Venezia) e 26 addetti.

La base d'asta era stata ribassata a 1,25 milioni, con l'offerta residuale (che scatta se non vengono presentate offerte) a 940mila euro. Ma nessun pretendente si è fatto avanti, se non per i negozi di Siena e di Roma.

Ora il curatore fallimentare, Ariela Lucia Caramella, chiederà al Tribunale una proroga dell'esercizio provvisorio che scadrà il 31 ottobre, in modo che possa essere indetta una quinta asta intera o con lo "spezzatino".

Finora 'Il Papiro' è sempre rimasto sul mercato, con lo stabilimento produttivo in funzione e i negozi aperti, anche se l'emergenza Covid ha inflitto un duro colpo ai ricavi. Ora si spera nelle vendite natalizie e nella liquidità che potrebbe arrivare dalla vendita dei due negozi per proseguire l'attività in attesa di un compratore e non disperdere una tradizione artigianale legata alla città.