Oggi | 15 settembre 2020 18:17

Invitalia entra in Jsw Italy, forno elettrico nel 2025

La messa in sicurezza finanziaria entro marzo-aprile 2021, il rilancio della produzione con
investimenti pari a circa 82 milioni di euro e la realizzazione del forno elettrico entro il 2025, è questo il piano industriale che presentato dalla proprietà Jsw Steel Italy a Piombino.

«Il piano - ha spiegato Marco Carrai, vicepresidente esecutivo di Jsw Steel Italy Piombino - prevede due fasi. La prima ha l'obiettivo di portare l'azienda in positivo, rendendo più efficienti le linee di produzione. Nella seconda, invece, partirà "Vision Piombino 2025", il piano d'investimento con cui si tornerà a fare acciaio ma con un forno elettrico».

A permettere il rilancio dell'azienda piombinese è Invitalia, agenzia italiana per lo sviluppo d'impresa, che proprio nella prima fase del piano entrerà nel capitale di Jsw Steel Italy con 30 milioni, per assicurarne stabilità finanziaria. «Dopo qualche mese interverranno altri 52 milioni in parte dai finanziamenti europei, e in parte da partner finanziari e industriali», ha continuato Carrai.

L'obiettivo dell'intervento statale è la piena occupazione dei 1872 lavoratori dell'acciaieria. «Pensiamo che nella produzione dell'acciaio possano tornare 800 persone - ha precisato il vicepresidente di Jsw Steel Italy -, il resto potrà essere riallocato nelle attività che porteremo qui con i nostri partner. Con Fincantieri c'è già un accordo in itinere, finalizzeremo nel giro delle prossime settimane qualcosa di più concreto».

Leggi anche: Invitalia aiuta Jsw, ma a Piombino non ci sarà solo acciaio (15/9/2020)