Oggi | 30 luglio 2020 17:11

Starhotels spera nella ripartenza del traffico aereo

«Nonostante le difficoltà causate dall'emergenza Covid-19 siamo ripartiti con coraggio e tenacia, per continuare ad essere un punto di riferimento per il settore e a rappresentare l'ospitalità italiana d'eccellenza». Così Elisabetta Fabri, presidente di Starhotels, fotografa la situazione attuale del gruppo alberghiero fiorentino, dopo l'approvazione di un bilancio 2019 che evidenzia ricavi consolidati per 217,2 milioni di euro (+4,2% sul 2018) e un utile netto consolidato di 18,3 mln (+49%).

Dopo un avvio molto promettente del 2020, afferma Starhotels, «l'emergenza sanitaria eccezionale derivante dal Covid-19 ha generato per il gruppo un inevitabile impatto in termini di ricavi, con una conseguente incertezza sulle previsioni di business dei prossimi mesi legata alla propensione al viaggio del mercato interno ed alla ripartenza dei voli internazionali». Una sfida che sarà affrontata da una squadra manageriale rinnovata: dopo la recente nomina del nuovo direttore generale Francesco Brunetti, la riorganizzazione strategica dell'area commerciale e dell'area operations ha visto l'attribuzione della guida dei relativi comparti aziendali ad Antonio Ducceschi, che ha assunto il ruolo di responsabile commerciale, e a Gaetano Gatti, nominato responsabile delle operazioni.