Oggi | 24 luglio 2020 18:35

Abb: nuova fabbrica in Valdarno pronta in 17 mesi

Dalle parole ai fatti: la multinazionale Abb dà il via alla costruzione della fabbrica per colonnine di ricarica per i veicoli elettrici a San Giovanni Valdarno, nell'area di Sant'Andrea. L'investimento è di 30 milioni di dollari (25,8 milioni di euro).

Lo stabilimento, di cui è stata posata la prima pietra, occuperà 16mila metri quadrati, avrà un basso impatto ambientale e sarà operativo entro fine 2021, dunque in appena 17 mesi.

Vi lavoreranno i 180 addetti rimasti in forza in Toscana dopo che la multinazionale leader nelle tecnologie per l'energia e l'automazione un anno fa ha ceduto al gruppo lombardo Fimer la divisione inverter solari (con 400 dipendenti) e l'ex stabilimento di Terranuova Bracciolini (Arezzo).

Il nuovo impianto comprenderà anche un laboratorio ricerca e sviluppo di 3.200 metri quadrati, destinato alla progettazione e ai prototipi. Gli attuali livelli occupazionali – assicura l'azienda - non verranno toccati, anzi la prospettiva, seppur ancora indefinita, è di aumentare i posti di lavoro soprattutto perché lo stabilimento è destinato a diventare uno dei centri di eccellenza mondiali del gruppo nel business dei sistemi di ricarica per veicoli elettrici.

Abb costruirà in Valdarno tutta la gamma dei sistemi per la ricarica veloce dei mezzi in corrente continua, sia le colonnine da installare nelle aree pubbliche, che quelle per uso domestico e quelle per il trasporto pubblico urbano, considerata una frontiera strategica di sviluppo.

«L'avvio del nuovo stabilimento è una pietra miliare per il nostro business della mobilità elettrica – ha affermato Giampiero Frisio, responsabile della divisione Smart power di Abb -. Il gruppo guida il progresso di questo settore da oltre un decennio, e questa nuova struttura all'avanguardia contribuirà in modo significativo a far progredire ulteriormente l'adozione a livello globale della mobilità elettrica a zero emissioni».